Più ardua è l'identificazione della figura anziana con abito nero e cappuccio tirato sul capo, indicata in genere erroneamente come Hortulana, madre di Santa Chiara. Dovrebbe invece trattarsi proprio di San Berardo, a capo della spedizione dei martiri del Marocco, come indicato anche dal sangue sparso sul cappuccio. La sua presenza si giustifica a perfezione, se consideriamo che il cardinale Berardo Eroli, fondatore del convento di San Girolamo, fu il più probabile committente dell'opera. Rimane però non del tutto comprensibile l'abito scuro del santo, più simile a quello dell'Ordine benedettino, a cui peraltro il convento di San Girolamo era appartenuto sino al 1413. Potrebbe però trattarsi di una "reinterpretazione", frutto di uno dei molti restauri antichi a cui la pala fu sottoposta. 

a

<precedente

<menu>

successiva>